Skip to Content

Piano di azione per la Ricerca & Sviluppo, l'Innovazione e l'ICT

Versione stampabileSend to friendPDF version

Su proposta dell'Assessore Guido Trombetti, la Giunta della Regione Campania ha approvato il Piano di azione per la Ricerca & Sviluppo, l'Innovazione e l'ICT con la Delibera n. 180 del 29 aprile 2011, pubblicata sul Bollettino Ufficiale Regione Campania n. 35 del 6 giugno 2011.

Logo Campania Cè

Leggi la Rassegna Stampa

Rivoluzione digitale in Campania.
Ecco il Piano di Azione per la Ricerca e Sviluppo, l'Innovazione e l'ICT.

Possedere fin dalla nascita l'identità digitale. Ma anche accesso e partecipazione attiva di ogni cittadino al mondo digitale e miglior rapporto di imprese e cittadini con le Pubbliche Amministrazioni. Sono solo alcune delle ambiziose sfide che si prefigge di realizzare il Piano di Azione per la Ricerca e Sviluppo, l'Innovazione e l'ICT.

Il Piano di Ricerca, Sviluppo e Innovazione ha l'obiettivo di realizzare un Sistema Integrato della Ricerca e dell'Innovazione Regionale, sostenibile e competitivo. Il raggiungimento di tale scopo passa per obiettivi strategici ed azioni specifiche.
Obiettivi strategici del Piano di Ricerca, Sviluppo e Innovazione sono:

  • la promozione dell'innovazione e del trasferimento tecnologico
  • lo sviluppo del capitale umano
  • il potenziamento del Sistema Universitario regionale e della rete regionale dei centri di ricerca.

Ciascuno di questi obiettivi si realizza attraverso azioni ben determinate.

Il Piano, inoltre, prevede una sezione completamente dedicata allo sviluppo del territorio attraverso l'utilizzo dell'Information & Communication Technology.
I primi passi del Piano riguarderanno la realizzazione di nuovi servizi con un investimento di circa 40 milioni di euro ed una novità fondamentale: il Sistema Informativo Integrato Regionale (SIIR).
Questa infrastruttura, unica e condivisa, nasce da un'idea semplice: se le risorse vengono condivise allora si otterranno servizi migliori ed un contenimento complessivo della spesa.
Il SIIR prevede un ruolo fondamentale per tutte le Pubbliche Amministrazioni con la loro autonomia gestionale, raccogliendo e gestendo informazioni che sono di interesse per tutto il territorio. All'interno di questo schema la Regione svolge il ruolo di guida. Le informazioni sono prodotte e gestite dal nodo che ne è responsabile. Esse si raccolgono nel SIIR che a sua volta le rende disponibili a tutti i fruitori istituzionali. Viene insomma posto l'accento sull'importanza di banche dati condivise e certificate.

"Perché non avvenga più, tanto per fare un esempio, che se un cittadino cambia residenza debba darne comunicazione a tutte le altre amministrazioni con le quali intrattiene un rapporto (enti previdenziali, agenzie delle entrate, motorizzazione, aziende sanitarie, università)", ha dichiarato l'Assessore alla Ricerca Scientifica, Guido Trombetti.
Le prime banche dati saranno quelle dell'anagrafe della popolazione e dell'anagrafe del territorio.
"Anche per mettere insieme le informazioni certificate sugli immobili, sulle strade, sulle situazioni di rischio: frane, incendi alluvioni...", ha aggiunto Trombetti.

Nel piano è prevista, inoltre, la gestione della Carta Nazionale dei Servizi, abbinata alla Tessera Sanitaria.
"La carta è come un bancomat. Attraverso di essa ogni cittadino potrà usufruire di tutti i servizi offerti dalle Pubbliche Amministrazioni. E' insomma il passaporto per la cittadinanza digitale. Rappresenta l'identità digitale del cittadino e tutti l'avranno nel giro di qualche anno", ha proseguito l'assessore.

Per il Piano è stato scelto anche uno slogan.
"Campania è" o semplicemente .
"Per ricordare, a noi stessi innanzitutto, che 'noi campani ci siamo'. Che molti, cittadini ed imprese, non aspettano altro per mostrare la ricchezza di competenze in loro possesso", ha concluso l'assessore Trombetti.

--------------
Per approfondire consulta la Delibera n. 180 del 29 aprile 2011 ed il suo allegato (Piano di azione per la Ricerca & Sviluppo, l'Innovazione e l'ICT).

Per una più agevole consultazione, in allegato sono disponibili i due documenti in cui si articola il Piano di azione, "Ricerca & Sviluppo e Innovazione" (parte A) e "ICT" (parte B).

AllegatoDimensione
Ricerca & Sviluppo e Innovazione (Parte A)99.77 KB
ICT (Parte B)71.65 KB