Skip to Content

Aggiornamenti

Versione stampabileSend to friendPDF version

21 ottobre 2013
Pubblicati gli esiti definitivi del Bando approvati con il decreto n. 94 del 17 ottobre 2013, pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Campania n. 57 del 21 ottobre 2013:

  • graduatoria definitiva dei progetti idonei e ammissibili a cofinanziamento, con relativi punteggi attribuiti dalla Commissione Tecnica e contributi concedibili (396 progetti - Allegato A del decreto n. 94 del 17/10/ 2013)
  • elenco dei progetti ammessi alla valutazione tecnica ma risultati non idonei per aver ottenuto un punteggio tecnico inferiore a quello minimo di 60/100 (424 progetti - Allegato B del decreto n. 94 del 17/10/ 2013)
  • elenco delle domande escluse, con relativa motivazione di esclusione, in quanto dichiarate dal R.T.I. Banca Nuova S.P.A. - SPF S.r.l. formalmente inammissibili alla fase successiva di valutazione tecnica (1.354 domande - Allegato C del decreto n. 94 del 17/10/ 2013)

4 marzo 2013
Sono pervenute 290 istanze di riesame di cui:

  • 81 riguardano la richiesta di rivalutazione del punteggio tecnico attribuito dalla Commissione tecnica secondo i criteri riportati all’art. 9 del Bando;
  • 209 riguardano, invece, la richiesta di revisione dell’attività istruttoria espletata dal Raggruppamento Temporaneo di Imprese (RTI) Banca Nuova S.P.A. - SPF S.r.l., aggiudicatario dell'appalto per l'affidamento dei servizi di istruttoria e attuazione delle agevolazioni "de minimis" concesse alle PMI con il "regime di aiuti ICT" (decreto n. 121 del 22/12/2010).
    Rispetto a questo punto, si segnala che i progetti che supereranno con esito positivo il riesame della fase istruttoria, accederanno, per la prima volta, alla successiva fase di valutazione tecnica e saranno sottoposti, quindi, all’attribuzione del punteggio da parte della Commissione Tecnica.

Con il Decreto n. 23 del 25 febbraio 2013 (pubblicato sul Bollettino Ufficiale Regione Campania n. 14 del 4 marzo 2013) è stata riconvocata la Commissione Tecnica (nominata con il Decreto n. 108/2011 e poi successivamente integrata con il Decreto n. 59/2012) per procedere al riesame delle 81 richieste di rivalutazione del punteggio tecnico secondo i criteri riportati all’art. 9 del Bando.

La data di conclusione delle attività della Commissione Tecnica per il riesame delle 81 istanze di rivalutazione del punteggio tecnico è stata fissata per il 30 aprile 2013.
Si tratta di un termine puramente indicativo, in quanto l’attività di valutazione della Commissione Tecnica sarà estesa anche a quei progetti, il cui numero al momento non è prevedibile, relativo alle istanze, tra le 209 presentate, che eventualmente supereranno con esito positivo il riesame istruttorio.

In ogni caso, tutti coloro che hanno presentato istanza di riesame riceveranno dall’Amministrazione una comunicazione relativa all’esito della propria pratica.

Solo al termine della fase di riesame, saranno approvati graduatorie definitive dei progetti ammessi ed elenco dei progetti esclusi.

17 dicembre 2012
Pubblicati gli esiti provvisori del Bando approvati con il decreto n. 139 del 12 dicembre 2012, pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Campania n. 77 del 17 dicembre 2012:

  • graduatoria provvisoria dei progetti idonei e ammissibili a cofinanziamento, con relativi punteggi ed importi concedibili (364 progetti - Allegato A del decreto n. 139 del 12/12/2012)
  • elenco dei progetti ammessi alla valutazione tecnica ma risultati non idonei per aver ottenuto un punteggio tecnico inferiore a quello minimo di 60/100 (345 progetti - Allegato B del decreto n. 139 del 12/12/2012)
  • elenco delle domande escluse, con relativa motivazione di esclusione, in quanto dichiarate dal R.T.I. Banca Nuova S.P.A. - SPF S.r.l. formalmente inammissibili alla fase successiva di valutazione tecnica (1.463 domande - Allegato C del decreto n. 139 del 12/12/2012)

21 maggio 2012
Allo scopo di accelerare il più possibile i tempi previsti per la conclusione delle attività, la composizione della Commissione Tecnica di valutazione è stata integrata con la nomina di ulteriori due componenti (decreto n. 59 dell'11 maggio 2012, pubblicato sul BURC n. 33 del 21/05/2012).

5 aprile 2012
A seguito di specifica richiesta della Commissione Tecnica (nominata con il Decreto n. 108/2011 – pubblicato sul BURC n. 74/2011), è stato prorogato fino al 30 novembre 2012 il termine per la conclusione delle attività di valutazione dei progetti ammissibili per l'attribuzione del relativo punteggio di merito. La proroga è stata approvata con il Decreto Dirigenziale n. 35 del 05 aprile 2012, pubblicato sul BURC n. 28 del 7 maggio 2012.

25 novembre 2011
E' stata nominata la Commissione Tecnica per la valutazione dei progetti ammissibili e per l'attribuzione del relativo punteggio di merito (decreto n. 108 del 25/11/2011 pubblicato sul Bollettino Ufficiale Regione Campania n. 74 del 5 dicembre 2011).

23 novembre 2011 - comunicato
Il Raggruppamento Temporaneo di Imprese Banca Nuova S.p.A./SPF Studio Progetti Finanziari S.r.l. ha completato l'attività di istruttoria documentale-amministrativa delle domande pervenute nonché la relativa valutazione sull'ammissibilità e sulla congruità delle spese ivi esposte.
I progetti che hanno superato positivamente questa prima fase endoprocedimentale saranno così sottoposti alla valutazione tecnica con l'attribuzione del punteggio da parte di un'apposita Commissione Tecnica di imminente nomina da parte del Dirigente del Settore Sistemi Informativi dell'Area Ricerca Scientifica, nelle more del perfezionamento delle verifiche dell'attività svolta dal Raggruppamento Temporaneo di Imprese che saranno espletate dall'Ufficio del Team del Responsabile dell'Obiettivo Operativo 5.2.

A parziale rettifica di quanto precedentemente comunicato, si precisa inoltre che – ai sensi dell'art. 10 del Bando – solo all'atto dell'approvazione della graduatoria di merito da parte dell'Amministrazione verrà pubblicato l'elenco delle PMI ammissibili al cofinanziamento – con relativi punteggi ed importi concedibili - nonché di quelle non ammissibili (con la relativa motivazione di esclusione), avverso cui potrà poi essere presentata da quel momento istanza di riesame.

10 gennaio 2011
Con il decreto n. 121 del 22/12/2010, pubblicato sul Bollettino Ufficiale Regione Campania n. 2 del 10/01/2011, è stato aggiudicato l'appalto per l'affidamento dei servizi di istruttoria e attuazione delle agevolazioni "de minimis" concesse alle PMI con il "regime di aiuti ICT". Il Soggetto Gestore è il costituendo Raggruppamento Temporaneo di Imprese BANCA NUOVA S.P.A. - SPF S.r.l.

9 marzo 2010
Sono state presentate complessivamente 2.183 domande di partecipazione al Bando.

L'Amministrazione, in considerazione della notevole mole di domande pervenute, nonché di aspetti organizzativi e di efficienza nella gestione dell'intervento, ha avviato una procedura ad evidenza pubblica per individuare un Soggetto Gestore cui affidare l'intera fase di istruttoria formale della documentazione per la verifica dei requisiti di ammissibilità al cofinanziamento delle PMI partecipanti (visualizza il bando per individuare il Soggetto Gestore). L'iter procedurale sarà il seguente:

  1. Il Soggetto Gestore, individuato con il decreto n. 121 del 22/12/2010, procederà, nei tempi ristretti previsti dal bando, all'istruttoria formale-documentale dei progetti, con la relativa valutazione sull'ammissibilità e sulla congruità delle spese ivi esposte.
  2. La fase successiva sarà quella della valutazione tecnica dei progetti attraverso un'apposita Commissione Tecnica nominata dal Dirigente del Settore "Analisi, Progettazione e Gestione Sistemi informativi" dell'Area Ricerca Scientifica. La Commissione Tecnica avrà il compito di redigere la graduatoria di merito con l'attribuzione del relativo punteggio - secondo i criteri di valutazione indicati dal regime di aiuti ICT - ai progetti dichiarati formalmente ammissibili.
  3. L'atto finale sarà l'approvazione della graduatoria di merito da parte dell'Amministrazione con l'elenco delle Imprese ammissibili al cofinanziamento e di quelle non ammissibili (con la relativa motivazione di non ammissibilità) e, quindi, l'erogazione dei finanziamenti alle PMI che hanno presentato i progetti risultati ammissibili, fino alla concorrenza della dotazione finanziaria disponibile.