Skip to Content

Sostegno Formazione dei Liberi Professionisti e Lavoratori Autonomi

FAQ (Risposte ai quesiti ricorrenti) per l'Avviso pubblico "Sostegno al Percorso di Formazione dei Liberi Professionisti e Lavoratori Autonomi". P.O.R. Campania FSE 2014/2020 - Decreto n. 7 del 23.01.2017 della Direzione Generale 10 pubblicato sul Bollettino Ufficiale Regione Campania (BURC) n. 8 del 23.01.2017.

Quesito n. 10 - E’ possibile richiedere il contributo per attività formative che avranno inizio successivamente alla data di presentazione della domanda?

Sì, come previsto all’Art. 6 “(…) le spese dovranno essere sostenute successivamente alla data di pubblicazione del presente avviso sul BURC. Le attività formative dovranno avere inizio, al più tardi, entro 120 giorni dalla pubblicazione delle graduatorie sul BURC e dovranno concludersi, ad eccezione dei master, entro 12 mesi dalla data di avvio.”

Quesito n. 8 - E’ possibile partecipare anche all’Avviso di cui al Decreto Dirigenziale n. 2 del 23/01/2017 BURC n. 8 del 23 Gennaio 2017?

L’avviso “Sostegno al Percorso di Formazione dei Liberi Professionisti e Lavoratori Autonomi” non prevede incompatibilità con la partecipazione ad altre procedure in corso ad esclusione di quanto già previsto all’Art. 2 dello stesso.

Quesito n. 7 - Il contributo erogato dall’avviso “Sostegno al Percorso di Formazione dei Liberi Professionisti e Lavoratori Autonomi” è compatibile con altri contributi?

Così come previsto all’Art. 2 dell’Avviso “(…) la fruizione del contributo è incompatibile con altri contributi pubblici(…)”.

Quesito n. 6 - E’ possibile richiedere il finanziamento per corsi già avviati?

Come previsto all’art. 6 dell’Avviso (Descrizione dell’intervento) “le spese dovranno essere sostenute successivamente alla data di pubblicazione del presente avviso sul BURC. Le attività formative dovranno avere inizio, al più tardi, entro 120 giorni dalla pubblicazione delle graduatorie sul BURC e dovranno concludersi, ad eccezione dei master, entro 12 mesi dalla data di avvio”.

Quesito n. 5 - Il professionista richiedente può espletare il percorso formativo individuale anche presso enti di formazione con accreditamento regionale provvisorio in corso di approvazione?

NO, come previsto all’art. 2 dell’Avviso, sono specificate le tipologie di interventi finanziabili:

  1. Corsi di formazione e di aggiornamento professionale erogati da:
    • agenzie formative accreditate dalla Regione Campania ai sensi della D.G.R. n. 242 del 22 luglio 2013 e ss.mm.ii., ovvero da altra Regione;
    • ordini professionali, collegi professionali, associazioni professionali inserite nell’elenco del Ministero dello Sviluppo Economico, ai sensi della Legge 14 gennaio 2013, n. 4;

Quesito n. 4 - E’ possibile trasmettere la domanda di partecipazione al contributo sottoscritta in digitale?

La domanda di ammissione al contributo, conformemente al modello allegato all'Avviso, debitamente datata e sottoscritta, completa degli allegati di cui al art. 9, potrà essere presentata a partire dal primo febbraio ore 9.00, secondo la modalità “a sportello”, entro e non oltre le ore 12.00 dei giorni di scadenza di seguito indicati:
- 1° scadenza entro il 31 marzo 2017 - 2° scadenza entro il 30 settembre 2017.

Quesito n. 3 - Quali sono gli ambiti di intervento oggetto dei percorsi formativi ammessi?

Come stabilito dall'art. 3 dell’Avviso: “gli ambiti di intervento oggetto dei percorsi formativi ammessi dal presente avviso devono tendere allo sviluppo professionale e culturale dei soggetti, in coerenza con le professionalità, le conoscenze e competenze già possedute con riferimento alle aree tematiche e/o ambiti settoriali chiave nell’ambito della strategia regionale:

Quesito n. 2 - I soggetti non iscritti ad un albo di ordine e collegio possono rientrare tra i soggetti ammessi a partecipare all’Avviso?

Come stabilito dall’art. 4 dell’Avviso, “possono presentare domanda tutti i liberi professionisti e i lavoratori autonomi di tipo intellettuale in possesso dei seguenti requisiti, alla data di presentazione del presente avviso:

  1. essere residenti o domiciliati nel territorio della Regione Campania;
  2. essere in possesso di Partita IVA;
  3. appartenere ad una delle seguenti tipologie:
    • soggetti iscritti ad albi di ordini e collegi;

Quesito n. 1 - Tra la documentazione da inviare per la richiesta del contributo previsto dall’Avviso vi è il modello ISEE per l'anno 2015...

L’ISEE è l’indicatore della situazione economica equivalente. L’attestazione contenente l’indicatore ISEE consente ai cittadini di accedere, a condizioni agevolate, alle prestazioni sociali o ai servizi di pubblica utilità. L'ISEE è ricavato dal rapporto tra l’indicatore della situazione economica (ISE= valore assoluto dato dalla somma dei redditi e del 20% dei patrimoni mobiliari e immobiliari dei componenti il nucleo familiare) e il parametro desunto dalla Scala di Equivalenza.

Condividi contenuti